INTEGRAZIONE RETTA PER L’INSERIMENTO IN STRUTTURE RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI

Professionisti:

Assistente Sociale Oliva Rold
Tel. 0439/885861
E-mail: o.rold@aziendafeltrina-serviziallapersona.it

Assistente Sociale Irene Spricigo
Tel. 0439/885878
E-mail: i.spricigo@aziendafeltrina-serviziallapersona.it

Amministrativo Luisa Taverna
Tel. 0439/840680 int. 214
E-mail: l.taverna@aziendafeltrina-serviziallapersona.it

 
Per integrazione della retta si intende un intervento economico finalizzato alla copertura parziale o totale della retta giornaliera in strutture convenzionate e si configura come una prestazione sociale agevolata, erogata in modo diversificato in relazione alla situazione economica degli utenti e dei parenti tenuti agli alimenti come indicato dagli articoli successivi.
 
Per i residenti nel Comune di Feltre, condizioni per accedere ai contributi economici del presente regolamento sono:
- l’effettivo possesso della residenza anagrafica nel comune al momento del ricovero;
- l’incapacità economica di sostenere gli oneri della retta da parte dell’assistito, anche facendo ricorso all’intervento dei familiari chiamati ad intervenire solidalmente in aiuto dell’assistito.
 
Gli oneri delle rette di ricovero dei cittadini provenienti da altri comuni ospiti e/o residenti in strutture site nel territorio comunale vengono rivolti ai rispettivi comuni di residenza al momento del ricovero.
 
L’importo della integrazione della retta è stabilito con atto del Direttore dell’Azienda che erogherà alla struttura di accoglienza la differenza esistente tra il valore della retta stessa e la capacità di provvedere alla sua copertura integrale.
 
Trattandosi di prestazione sociale agevolata, il calcolo dell’I.S.E.E. dell’assistito costituisce condizione necessaria per accedere al contributo retta. Nel caso in cui la dichiarazione sia ritenuta incompleta, il richiedente viene invitato ad integrare la dichiarazione o la documentazione allegata.
 
La non veridicità delle dichiarazioni rese o dei documenti presentati, oltre a rendere nulla la richiesta, espone il dichiarante alle sanzioni previste dall’art. 496 del c.p.
 
L’assistito è tenuto al pagamento della retta di ricovero nella struttura protetta, facente parte della rete di servizi con:
- l’ammontare dei proventi dai trattamenti economici di qualsiasi natura in godimento al netto di una quota per le spese personali (attualmente euro 80,00 mensili);
- l’ammontare del proprio patrimonio mobiliare (depositi bancari, titoli di credito, proventi da attività finanziari…);
- il patrimonio immobiliare mediante impegni sul patrimonio di importo corrispondente a quanto necessario per pagare l’intera retta e fino alla concorrenza del valore del bene;
- i beni mobili.

Contattaci

* Campi obbligatori